Indirizzo: viale Giovanni XXIII, 9 - 26900 Lodi - Telefono: 037135115-16-17 - Fax: 037131983 - PEC: lois00400e@pec.istruzione.it - Email: itisvolta@itisvolta.it - Codice Meccanografico: LOIS00400E - Codice Fiscale: 84505800155 - IBAN: IT88W0503420330000000296911

Project Erasmus+ SAGE

Un bellissimo progetto per trovare soluzioni finalizzate a ridurre le emissioni di gas serra in atmosfera. Questa è la proposta del Volta per i ragazzi della 2LSE che lavoreranno con partner sloveni e francesi. Perciò gli insegnanti si stanno aggiornando.
Dal 19 al 21 novembre 2018, tre docenti del Volta insieme a tre colleghi sloveni, sono stati ospitati a Pau presso il Lycee Saint-Cricq, dove si sono formati per condurre il proprio progetto S.A.G.E Solution Against Greenhouse Effect.

Partners del progetto

Hanno imparato, ad esempio, ad utilizzare, con l’aiuto del docente francese Vincent Bergeot, il database OpenStreetMap per creare dei rendering cartografici. E’ stato realizzato un laboratorio di formazione Arduino dai docenti Laurent Delboy e Alberto Gregori sui sensori analogici e sulla visualizzazione delle misurazioni effettuate. Il collega francese Stéphane Faraire ha mostrato agli insegnanti partner come usare il software SolidWorks e Tinkercad per la realizzazione di modelli in due colori.

Formazione Arduino

Modello del logo in 3D

Le tre giornate di formazione, a cui seguiranno altre, sono state occasione di scambi produttivi e gratificanti.

Michele Rapuano -Tatjana Gulic – Jean Noel Pedeutour

Appuntamento a marzo in Italia per costruire la serra e non solo.

Tutti i lavori degli studenti verranno scambiati sulla piattaforma eTwinning in un’area sicura le cui pagine pubbliche sono disponibili all’indirizzo:

https://twinspace.etwinning.net/70595/home

Meeting di Lodi

Gli alunni francesi e sloveni sono stati accolti dagli studenti italiani del nostro liceo. I ragazzi italiani ospiteranno per tutta la settimana dieci studenti sloveni e 7 studenti francesi, che sono arrivati questo pomeriggio rispettivamente dalla scuola OS Preska in Medvode e dal Lycee-Saint-Cricq in Pau.

Ragazzi Francesi accolti all’aeroporto di Milano

Costruzione della serra

Tutti gli studenti si sono incontrati al liceo IIS A. Volta lunedì 18 marzo 2019, dove sono stati accolti da Michele Rapuano, insegnante coordinatore italiano, e da Luciana Tonarelli, dirigente scolastica.

Studenti dei tre paesi coinvolti nel progetto

Michele Rapuano

Luciana Tonarelli

Gli studenti italiani hanno organizzato un piccolo gioco per conoscere i loro partners.

Fasi del gioco

Sono stati formati due gruppi. Il primo ha montato la struttura della serra. A loro volta anche i partners stranieri costruiranno una serra nelle loro scuole. Per capire meglio l’effetto serra e le sue cause, cosa c’è di meglio che costruire una serra!

Programmazione di Arduino

Il secondo gruppo si è dedicato al cablaggio ed alla programmazione di diversi sensori che verranno utilizzati nella serra. Verranno misurati umidità e temperatura dell’aria e del suolo, luminosità, ma anche il contenuto di ossigeno e di anidride carbonica, elementi importanti per comprendere il fenomeno dell’effetto serra.

Codifica

Esperimenti sulla fotosintesi

Lunedì pomeriggio, due workshop sono stati organizzati in parallelo per comprendere meglio il fenomeno della fotosintesi.

Esperimenti sulla fotosintesi

A lavoro con il professor Rapuano

Fotosintesi e ossigeno

Semina

Martedì mattina gli studenti hanno completato la costruzione della serra, compresa l’installazione di un tetto in policarbonato e di un film di plastica intorno.

Serra con tetto

Lavoro di squadra

Serra completa

Sono stati seminati i semi di piante dei paesi partners: cipolle, cavoli, pomodori, ravanelli, aglio, ecc. La crescita di queste piante sarà studiata in base alle condizioni climatiche di ciascun paese.

Semina

Le etichette sono state realizzate in collaborazione con gli studenti del corso professionale di meccanica del IIS A. Volta. Buona occasione per imparare insieme.

Produzione di supporti per etichette in officina

Programmazione di sensori

In parallelo, gli specialisti di Arduino hanno completato la programmazione ed il test di tutti i sensori che verranno utilizzati. In totale ci saranno due sistemi completi che possono essere usati nella serra.

Saranno possibili dieci misurazioni simultanee

Saldatura di componenti

Metabolismo e anidride carbonica

Nel pomeriggio, come il giorno precedente, sono stati offerti workshop agli studenti sullo studio del metabolismo e della produzione di anidride carbonica.

Metabolismo

Questi primi due giorni ed il progetto nel suo insieme sono stati diffusi localmente grazie a un articolo sul quotidiano “Il Cittadino”:

Articolo su “Il Cittadino”

Visita di Lodi

Infine, la giornata si è conclusa con una visita al bellissimo centro storico di Lodi, tra cui la cattedrale, il tempio dell’Incoronata e la piazza.

Interni

Il tetto

La piazza

Visita di Milano

Tutti i partners hanno preso il treno mercoledì per andare a Milano. Dopo aver visitato il giardino botanico accanto alla Pinacoteca di Brera, tutti si sono diretti alla Scala, uno dei teatri più famosi d’Italia, poi alla Galleria Vittorio Emanuele ed infine alla magnifica Piazza del Duomo. Dopo il pasto, sempre guidati dagli italiani, gli studenti si sono diretti loro al Castello Sforzesco circondato dal parco Sempione.

Giardino botanico

Statua di Leonardo

Piazza Duomo

Programmazione delle applicazioni

Giovedì 21 marzo, gli studenti si sono ritrovati all’istituto IIS A. Volta per molte attività. Innanzitutto, in gruppi di 4, hanno riflettuto sul design e sulla funzionalità di due applicazioni che verranno programmate come parte del progetto. La prima raccoglierà i dati misurati dai sensori nelle serre in Italia, Francia e Slovenia. La seconda applicazione calcolerà la quantità di anidride carbonica emessa dai mezzi di trasporto. Tutti i gruppi sono stati in grado di presentare la loro proposta agli altri in inglese.

Riflessione

Presentazione di un’applicazione

Attività sportive

La mattinata si è conclusa con le attività sportive. Giochi di velocità, badminton, calcio e soprattutto una partita di basket Francia – Italia molto animata! Poi, il picnic preparato dalle famiglie, molto apprezzato.

In palestra

App Inventor

Nel pomeriggio, gli studenti (e alcuni insegnanti) hanno seguito una breve introduzione al software online App Inventor. Il tempo non è stato sufficiente per sviluppare l’applicazione elaborata al mattino, ma alcunihanno già capito la logica della programmazione.

Osservatorio di Mairago

Alla fine, di notte, le famiglie hanno accompagnato gli studenti a Mairago. Nel centro del paese c’è un osservatorio con una cupola contenente un telescopio da 300 mm. Interamente motorizzato e guidato da software, l’installazione ha permesso l’osservazione della Luna, di Alcor e di Mizar.

Osservazione sotto la luce rossa

Proiezione dell’immagine della luna

Osservando la luna

Interviste e mappe mentali

Venerdì, l’ultimo giorno di lavoro, è stato dedicato a fare il punto della settimana. Gli alunni hanno disegnato mappe mentali sui vari punti discussi durante questi pochi giorni trascorsi insieme.

Mappe mentali

Interviste

Nel pomeriggio i ragazzi sloveni e le colleghe sono partiti per Modvode in autobus. Gli studenti francesi hanno avuto la possibilità di rimanere un giorno in più per tornare a Pau il sabato.

Ciao

Gruppo Francesi – Italiani

Proseguimento del progetto

Questo incontro è stato solo il primo; il prossimo viaggio sarà in ottobre in Slovenia. Poi sarà la volta di Pau per dare il benvenuto a tutti i loro partner nell’aprile 2020, sperando in una crescita di tutti gli studenti. Nel frattempo, molte attività saranno pianificate a distanza. Clicca sul logo.

SAGE

LOGO

Meeting in Slovenia

Dal 13 al 17 Maggio 2019 ci siamo incontrati a Medvode per organizzare l’incontro che avrà luogo in Ottobre. Abbiamo pianificato insieme le attività che verranno proposte.

Il primo giorno siamo stati accolti dal Preside della scuola di Medvode e alcuni i ragazzi hanno dato il benvenuto con uno spettacolo che è stato molto apprezzato da noi insegnanti.

meeting slovenia

Gli insegnanti

Durante i vari giorni del nostro soggiorno abbiamo avuto modo di partecipare attivamente ad un workshop sulle Fuel cell car ed a un workshop sulle fonti energetiche: lo scopo di questa attività è stato quello di conoscere i diversi tipi di energia, la differenza tra fonti energetiche rinnovabili e fonti energetiche non rinnovabili. Abbiamo avuto l’opportunità di rivedere alcuni tools che verranno utilizzati durante il progetto: Mapillary, Inventor App, OpenStreetMap.

meeting slovenia

Il workshop sulle fonti energetiche

Abbiamo visitato una casa con pannelli solari e il parco Medvode Power Plant.

meeting slovenia

Il parco Medvode Power Plant

All’inizio del secondo anno del progetto Erasmus + SAGE, 10 studenti dell’Istituto Volta si sono recati in Slovenia. Dal 13 al 19 ottobre, si sono incontrati con i loro partner sloveni e francesi per continuare il loro lavoro di ricerca di soluzioni per combattere l’effetto serra.

meeting slovenia

L’arrivo

Per arrivare a Medvode abbiamo viaggiato in pullman, partendo la domenica mattina, e siamo arrivati a Lubiana nel pomeriggio.

Le famiglie dei ragazzi sloveni ospitanti ci stavano aspettando al stazione dei bus e appena arrivati li hanno portati alle loro case a Medvode mentre con i colleghi sloveni ci siamo recati a casa della prof. Tatjana Gulic.

Attività del progetto

Il tema generale era l’attività fisica e un’alimentazione sana. L’obiettivo era far capire agli studenti che una regolare attività fisica può essere un modo per ridurre le emissioni di gas serra. In effetti, per viaggi brevi, camminare o andare in bicicletta può essere una valida alternativa all’auto o al bus.

Quindi, dopo un benvenuto da parte del preside dell’istituto Preskoa di Medvode, gli studenti hanno partecipato a una caccia al tesoro nella foresta. Grazie all’applicazione ActionBound, sono stati in grado di seguire le indicazioni date da Darinka VEROVŠEK e Cédric LAFFITTE, insegnanti di educazione fisica, rispettivamente in Slovenia e Francia.

Durante la caccia al tesoro, gli alunni, in gruppi di nazionalità mista, hanno dovuto risolvere enigmi a volte proposti in sloveno, italiano o francese. La collaborazione è stata fortemente incoraggiata!

meeting slovenia

Caccia al tesoro

A scuola, gli studenti hanno sperimentato le energie rinnovabili. Hanno costruito un mulino a vento, una cella solare organica e fatto l’elettrolisi dell’acqua per produrre idrogeno. Nel pomeriggio, gli studenti sono tornati dalle famiglie.

meeting slovenia

A scuola

Conferenza sull’alimentazione

Martedì mattina, Mark Kavčič, allenatore personale, è venuto per tenere una lezione agli studenti ed ha parlato loro della sua visione dell’attività fisica. Quindi, ha dato alcune nozioni di alimentazione.

meeting slovenia

Conferenza sull’alimentazione

Diversi seminari

Dopo una pausa e uno spuntino, gli studenti si sono divisi in tre gruppi.

Il primo è andato in cucina per preparare il picnic di mercoledì.

meeting slovenia

In cucina

Il secondo gruppo ha creato tutorial per semplici esercizi fisici.

meeting slovenia

In palestra

Infine, il terzo gruppo ha codificato un’applicazione per calcolare le emissioni di carbonio durante il viaggio. Tutti i seminari si sono svolti con la partecipazione attiva dei ragazzi.

meeting slovenia

Coding

Spettacolo e picnic con i genitori

meeting slovenia

Foto di gruppo

Mercoledì mattina sono stati organizzati numerosi seminari. Si è organizzato un laboratorio che si è concentrato sulla realizzazione di poster per conoscere il valore energetico del menu del picnic pomeridiano. Questi valori sono stati poi confrontati con l’energia spesa durante le varie attività fisiche.

meeting slovenia

Poster

Il gruppo sportivo ha iniziato con la pallavolo. Dopo la pausa, è stata proposta un’introduzione al nordic walking. Gli studenti di altri gruppi si sono poi uniti a loro.

meeting slovenia

Nordic Walking

Il terzo gruppo ha terminato la codifica delle applicazioni per lo smartphone iniziata il giorno prima. È stato anche realizzato un poster con schermate di applicazioni e codici QR che portano a file da installare.

meeting slovenia

Nel pomeriggio, questi poster sono stati presentati ai genitori degli allievi ospitanti, al vice sindaco di Medvode ed ad un rappresentante dell’agenzia nazionale slovena Erasmus+. In questa occasione gli alunni sloveni hanno eseguito musica, canzoni e balli in costumi tradizionali.

meeting slovenia

Costumi tradizionali

Un altro studente ha brillantemente suonato un pezzo al pianoforte. Allo stesso modo, un’insegnante ha interpretato la canzone di Edith Piaf, “Milord”. Gli studenti francesi hanno presentato un video sulla città di Pau.

Infine, Tatjana Gulič ha premiato tutti i gruppi, divisi in categorie, per la caccia al tesoro di lunedì.

meeting slovenia

La premiazione

Il premio per i migliori insegnanti è stato assegnato anche a Darinka VEROVŠEK e Cédric LAFFITTE!

meeting slovenia

I migliori insegnanti

Alla fine di questo spettacolo gli alunni sloveni hanno servito a tutti i partecipanti il picnic preparato dal gruppo di cucina. Questo momento di convivialità ha permesso uno scambio molto interessante con i genitori che hanno ospitato gli studenti italiani.

meeting slovenia

Picnic

Visita della Slovenia

Gli studenti ospitati dalle famiglie hanno potuto visitare i dintorni di Medvode. Giovedì, la scuola ha organizzato un’escursione per tutti gli studenti partecipanti al progetto, così che hanno potuto ammirare il potere della natura attraverso le formidabili grotte di Skocjan ed il suo gigantesco canyon sotterraneo. Poi hanno fatto una visita guidata di Pirano sulla costa slovena. Lo stile veneziano di questo villaggio è notevole e gli studenti hanno apprezzato questa giornata.

meeting slovenia

Visita della Slovenia

Hackathon

Per il loro ultimo giorno a scuola, gli studenti hanno formato gruppi per partecipare a un Hackathon preparato dagli insegnanti. Questa metodologia mira a stimolare la produzione di idee in gruppo. Dopo 4 ore di lavoro congiunto, gli studenti sono stati in grado di proporre soluzioni ai problemi per la riduzione delle emissioni di gas serra da parte di mezzi pubblici e privati.

meeting slovenia

Hackathon

Incontro conclusivo in videoconferenza

A causa dell’emergenza COVID-19 non è stato possibile effettuare l’ultimo incontro che doveva tenersi a Pau, ma è stato fatto un meeting via web. Durante il Meeting il prof. francese ha presentato i punti fondanti del progetto, mentre un ragazzo sloveno e una ragazza italiana hanno presentato mediante delle foto gli incontri che si sono tenuti in Slovenia e in Italia.

Torna all'inizio dei contenuti